NEWS
Reviews
Eventi

L’inganno Machiavelli
Fabio Delizzos

 L’inganno Machiavelli
 Fabio Delizzos
 Thriller storico
 Newton Compton
 30 settembre 2021
 cartaceo, ebook
 384

Firenze, 1503. 

Niccolò Machiavelli è costretto a partire dopo aver ricevuto un’inquietante lettera da Roma: qualcuno vuole ucciderlo, e si firma col nome di un diavolo, Belfagor. Il Secondo Cancelliere della Repubblica e Segretario dei Dieci dovrà lasciare sua moglie Marietta, malgrado lei stia per partorire.

Ma la missione che lo attende è della massima importanza: ne va della sua stessa vita.  Roma. Mentre fervono i preparativi per il Conclave, la città del papa, in preda all’anarchia, è funestata da una serie di morti inspiegabili. A quanto pare legate alla lettera ricevuta da Machiavelli.

Chi lo odia a tal punto da volerlo morto? Chi si cela dietro il nome di Belfagor? Ma soprattutto: i Borgia hanno qualcosa a che fare con gli eventi terribili che stanno terrorizzando Roma?

Scoprirlo non sarà facile, in una città in cui i pericoli si nascondono ovunque: nei vicoli stretti e bui, nei sontuosi palazzi dei cardinali, nelle camere delle cortigiane, nelle taverne, nei monasteri…

Machiavelli sarà chiamato ad affrontare i fantasmi del suo passato e a risolvere un diabolico enigma. E dovrà usare tutta la sua intelligenza, se vorrà capire come uscirne vivo.

“L’inganno Machiavelli” è un thriller storico con un investigatore particolare, Niccolò Machiavelli.

Niccolò di Bernardo dei Machiavelli, noto semplicemente come Niccolò Machiavelli (Firenze, 1469 – Firenze, 1527), è stato uno storico, filosofo, scrittore, drammaturgo, politico e diplomatico italiano, secondo cancelliere della Repubblica Fiorentina dal 1498 al 1512.

Considerato, come Leonardo da Vinci, un uomo universale, nonché figura controversa nella Firenze dei Medici, è noto come il fondatore della scienza politica moderna, i cui principi base emergono dalla sua opera più famosa, “Il Principe”; qui, tra l’altro, è esposto il concetto di ragion di stato, nonché è presente la concezione ciclica della storia.

Questa definizione, secondo molti, descrive in maniera compiuta sia l’uomo sia il letterato più del termine machiavellico, entrato peraltro nel linguaggio corrente ad indicare un’intelligenza acuta e sottile, ma anche spregiudicata e, proprio per questa connotazione negativa del termine, negli ambiti letterari viene preferito il termine “machiavelliano“. (Fonte Wikipedia).

“Con la notte arrivò la nebbia. Come fumo freddo e inodore, scaturito da un grande incendio invisibile, inondò i vicoli e le piazze. Si poteva quasi udirla frusciare nel buio, quella marea grigia, mentre cresceva e inghiottiva tutto. Volute candide emanavano dal terreno, dall’Arno, dai muri. Non si vedeva oltre una distanza di cinque passi.”

Durante la sua vita partecipò attivamente alle vicende politiche del Cinquecento come capo della Seconda Cancelleria e Segretario dei Dieci della repubblica di Firenze.

In “L’Inganno Machiavelli” lo incontriamo in queste vesti; lo accompagneremo in un viaggio, da Firenze a Roma, realmente accaduto nell’ottobre del 1503, per assistere ai lavori del nuovo conclave.

Delizzos, con sapiente maestria e un’accuratissima ricerca storica, costruisce attorno a questo evento un intricato mistero dove non mancheranno omicidi, rituali occulti e sotterfugi politici, dove i sospettati o presunti tali sono membri di alcune illustri famiglie romane come ad esempio i Borgia.

Condividi:

Facebook
Twitter
LinkedIn

Post correlati

en_GB